giovedì 16 gennaio 2014

Pan delle feste portoghese


Per la raccolta di Panissimo di Gennaio ho preparato il  pan delle feste portoghese con una ricetta del Maestro Giorilli.  L'utilizzo della farina di mais è frequente nell'impasto del pane  di questo paese. C'era il pane meado, fatto per metà con farina di grano, o quello terçado fatto con un terzo di farina di grano. Veniva fatto anche con il miglio, il termine broa designava proprio quello fatto di miglio e consumato al nord del Tago, o con la segale e persino con l'avena, indice che la quantità di grano prodotta non era sufficiente a soddisfare la domanda. Il mais, pianta originaria dell'America centrale, fece il suo ingresso in Portogallo nel XVI secolo e  si diffuse nei due secoli successivi in tutto il territorio (fonte Storia del Portogallo di Josè H. Saraiva).

ingredienti
400 g di farina 0
100 g di farina di mais
1,5 dl di latte
1,5 dl di acqua
100 g di pasta di riporto*
10 g di sale
22, 5 g di strutto (io olio evo)
15 g di lievito di birra (io 6 g)
* è un pezzo di pasta avanzato contenente tutti gli ingredienti di un normale impasto.


procedimento
Versare nella planetaria tutti gli ingredienti ad eccezione del sale, e cominciare ad impastare,  unire il sale e continuare  fino alla formazione della maglia glutinica (circa 8-10 minuti, temperatura finale 26-27°C). Spezzare e pirlare formando  due pani che dovranno riposare per circa 10-15 minuti a temperatura ambiente. Appiattire con un matterello le pagnottine, disporle su una teglia coperta con carta forno e metterle a lievitare fino al raddoppio( il tempo indicato da Giorilli con quella dose di lievito è di 70 minuti a 28°C con 80% di umidità). Prima di infornare decorare con la farina fatta cadere a pioggia su una sagoma. Cuocere in forno caldo a 190°C, mettendo un pentolino contenente acqua calda sul fondo, per circa 30 minuti (il tempo non è indicato nella ricetta).





Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Panissimo di Sandra e Barbara
questo mese  da  Sandra






32 commenti:

  1. Mi ricorda un pane buonissimo al mais che ho assaggiato a Tirana..mi ero ripromessa di cercare qualche ricetta che prevedesse l'uso di farina di mais, ed eccola qui :) Il tuo pane è splendido :) Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' anche buono e la ricetta di Giorilli è semplice!

      Elimina
  2. E' bellissimo e immagino che buono. Il pane con la farina di mais mi piace da morire :) Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo sapore Fede e si mantiene anche morbido!

      Elimina
  3. Credo mi piacerebbe tanto.. più che latro mè capitato giorni fadi acquistare epr sbaglio un pane fatto con tutta farina dimais..e mè piaciuto.. smackkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con solo farina di mais non l'ho mai fatto, in percentuali diverse ma c'è sempre anche la farina di grano.

      Elimina
  4. Il pane al mais mi piace tantissimo. Il tuo è anche fantastico a vedersi. Sei davvero brava! :-)

    RispondiElimina
  5. Ciao Candida, come stai? :) Questo pane è stupendo, deve essere delizioso! Complimenti e un forte abbraccio, buona serata :) :**

    RispondiElimina
  6. Non ho parole, è semplicemente stupendo!!!
    Sei troppo brava Candida!!!
    Un mega abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  7. mai provato...ma ha un aspetto molto invitante. carina anche la semplice decorazione.
    a presto nahomi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova il pane con il mais, è molto buono, questo ha una bassa percentuale di farina di mais.

      Elimina
  8. Ho sempre avuto in testa la voglia di provare un pane con la farina di mais. Me ne dai l'occasione. Splendido Candida!! Nelle tue mani ha preso la forma.... perfetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un cerchio quasi perfetto vero Elly? Con il matterello ci sappiamo fare!

      Elimina
  9. Bellissimo vedere in questa raccolta così tante proposte!! Siete troppo brave e date la possibilità di conoscere così tante usanze e cucine :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La raccolta di Panissimo è una bella scusa per continuare ad impastare e trovare nuove forme e nuove ricette!

      Elimina
  10. davvero particolare sia nella forma che nella decorazione!!
    bellissimo Candida mi incuriosisce :)
    bacio

    RispondiElimina
  11. Candida, che meraviglia questo pane, bello esteticamente e sicuramente anche buonissimo, mi piace con la farina di mais!!! Brava!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo semplice ed essenziale...e buono!

      Elimina
  12. Che bello questo pane Candida, una forma insolita ma molto rassicurante!

    RispondiElimina
  13. Candida è bellissimo... immagino con la farina di mais quanto si aprofumato, ma il solo aspetto invoglia a mangiarlo! Un bascione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty per me basta che sia pane, mi piace sempre!

      Elimina
  14. Ma che meraviglia che ti e' venuto, lo adoro ed ha anche una storia interessantissima. Sempre bravissima cara. Buon w.e.

    RispondiElimina
  15. Ma lo sai che anche a Venezia c'è un grande utilizzo della farina di mais nel pane e nei dolci?? A me piace tanto scoprire l'origine di alcune usanze, Venezia ha avuto tantissime influenze sul cibo, pensa all'uso delle spezie...
    Ha un aspetto meraviglioso e dev'essere buonissimo!!
    Ti abbraccio Candida!!! buona domenica! Roby

    RispondiElimina
  16. mannaggia che bellezza..... anche con i disegni sopra! grazie tesora, ne aspetto almeno altre due per questo mese!!! ah ah ah!"
    grazie!
    Sandra

    RispondiElimina
  17. ciao carissima, mi è appena arrivata un'ottima farina di mais macinata a pietra e la devo testare, potrei fare questo pane, ma non ho la pasta di riporto e con la pasta di riporto viene un ottimo pane, come faccio? devo aspettare, fare prima un altro pane...però lo voglio fare, mi piace...un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Sai che è un idea davvero interessante? Non l'ho mai visto ma mi intriga molto ;)

    RispondiElimina