venerdì 2 dicembre 2016

SPARKLE DAY 2017


Sabato 3 dicembre 2016 va in scena a Roma Sparkle DAY 2017, la festa dedicata alle migliori bollicine del Bel Paese.  Nelle splendide sale dell’Hotel Westin Excelsior– in via Vittorio Veneto 125, a Roma – saranno presenti 60 tra le più importanti aziende produttrici di spumanti secchi d’Italia, per dare vita ad una grande degustazione in cui saranno disponibili oltre 160 etichette.

Tra queste non mancheranno chiaramente quelle premiate dalla Guida Sparkle 2017 - redatta per il quindicesimo anno consecutivo dalla prestigiosa rivista di enogastronomia Cucina & Vini – la cui presentazione avverrà in apertura di evento. 

Sul podio dell’edizione 2017 svetta la Lombardia con un bottino di ben 25 “5 Sfere”, grazie, in primis, alla cantine provenienti dalla Franciacorta (19 premi) e dall’Oltrepò Pavese (5); segue a quota 16 il Trentino (tutte Trento DOC) e il Veneto, con i 16 riconoscimenti tutti ottenuti da vini appartenenti alla DOCG Conegliano Valdobbiadene Prosecco. Seguono a distanza il Piemonte (4), l’Alto Adige (3) e la Puglia (3), l’Abruzzo (2) e l’Umbria (2), il Friuli Venezia Giulia (1).

“Sono 72 in totale le eccellenze vinicole che si aggiudicano quest’anno le 5 Sfere – dichiara Francesco D’Agostino, curatore della Guida Sparkle e direttore di Cucina & Vini – assegnate dal nostro panel di assaggio dopo uno “scontro finale” durante il quale le etichette si confrontano alla cieca suddivise per territori. Un numero appena superiore alla passata edizione che conferma la forza e il livello raggiunto dalle bollicine tricolori, apprezzate in tutto il mondo per carattere e originalità. La maggior parte dei premiati provengono dai terroir storici, maggiormente vocati alla produzione spumantistica. Altre aree risultano essere comunque in crescita e caratterizzate a volte da singoli illuminati, ormai in pianta stabile tra le nostre top-label, che stanno diventando fulcro di nuovi movimenti spumantistici”.

Per completare la spumeggiante e ricca offerta ci sarà anche il Consorzio Tutela Colli Euganei con lo spumante dolce Colli Euganei Fior d'Arancio DOCG, rappresentato da ben 12 aziende.

Come di consueto la presentazione della Guida Sparkle 2017 e la premiazione delle 5 daranno il via allo Sparkle DAY. Ad affiancare Francesco D’Agostino ci sarà Andrea Lucatello, voce nota di Radio Capital.

Ma Sparkle Day 2017 non sarà solo vino. Ad accompagnare le tante bollicine ci sarà infatti un nutrito e quanto mai goloso comparto street food. Ben 6 le postazioni presenti: Ape Fritto, con i suoi fragranti cartocci misti, pizzelle, supplì e crocchette; Little Market De Ventura, per la gioia dei tanti appassionati di salumi e formaggi d’eccellenza, con taglieri di Prosciutto Dok Dall’Ava in diverse stagionature, mozzarella di bufala e altre squisitezze; Brusco, lo Strabuono, che proporrà 5 gustosissime varianti di bruschetta; Meglio Fresco, la ristopescheria per antonomasia, che offrirà i suoi crudi, le insalate di mare e gli immancabili supplì di pesce; Giardini di Ararat, agriturismo di Viterbo che presenterà salumi di lepre e altre specialità prodotti artigianalmente; ai dessert penserà Dolce Terra, la giovane azienda campana che usa per le sue prelibatezze il latte nobile di bufala.

Per concludere, per la prima volta sarà presente anche il caffè, tutto friulano: ORO Caffè, torrefazione udinese specializzata nella selezione, tostatura e miscelatura per singole origini dei migliori caffè del mondo, porterà ben 4 miscele - tra cui l’esclusiva 100% Arabica Rose - che verranno estratte sia con metodo a pompa che a leva grazie alle macchine de La San Marco, azienda costruttrice friulana che dal 1920 ha contribuito ad esportare in tutto il mondo la tradizione del caffè espresso italiano. Ma prima del caffè, come tradizione vuole, è necessario un bicchiere d'acqua, che in questa edizione di Sparkle DAY è Filette, semplicemente una garanzia.

Come accade ormai dalla prima edizione romana di Sparkle DAY, sarà presente, in qualità di sponsor tecnico, la Diam Mytik, azienda specializzata nella produzione di tappi in sughero. Allo stesso modo Group AMA assicurazioni ha scelto anche quest’anno gli eventi firmati Cucina & Vini per incontrare il pubblico romano. 

Sparkle Day 2017
Sabato 3 dicembre 2016
Hotel Westin Excelsior  in Via Vittorio Veneto, 125 - Roma
Presentazione guida Sparkle: ore 14,30 ( per stampa e addetti ai lavori )
Ingresso al pubblico dalle ore 16.30 alle ore 22.00
Costo ingresso: € 15 ( include calice e sacca porta bicchiere )
Ridotto per sommelier: € 10 ( previa esibizione tessera associativa ) 

PER INFO:
Cucina & Vini
Via Nino Martoglio, 43 - 00137 Roma
Tel: 06/98872584
Info: Valentina Venturato - Tel. 06.98872584
venturato@cucinaevini.it

Ufficio Stampa e Comunicazione - MG Logos
Tel 06 45491984
digitalpress@mglogos.it

sabato 26 novembre 2016

SETTEMARI





Nel quartiere Prati,in via Giuseppe Avezzana 19/21, ha aperto Settemari, ultimo nato della famiglia Settembrini. Il concept è nuovo, cucina a base di pesce interpretata  dagli chef che ciclicamente prenderanno possesso delle chiavi del locale: concepito come un porto di mare, da Settemari si alterneranno ai fornelli i migliori talenti della cucina di costa. Diversi gli stili, comune l’obiettivo: grande qualità, materia prima di altissimo livello, arte dell’accoglienza.

La prima a salpare, al timone di Settemari, è una donna nata su un’isola che del mare ha fatto la sua bandiera: Libera Iovine. Nata a Procida, cresciuta nel ristorante di famiglia del marito Giovanni, dopo diverse esperienze, in lungo e in largo nella Penisola, apre a Ischia, nel 1996, il “Melograno”, prima stella Michelin dell’isola.

“Ho accettato con molto piacere – afferma chef Libera Iovine – l’invito per “varare” questo interessantissimo progetto. Roma è una piazza ricca di suggestioni e Settemari una sfida assolutamente stimolante. Mi sono inoltre da subito trovata in piena sintonia con il mood Settembrini”.



Legno chiaro per i tavolini, legno scuro e ferro per le sedute, bianco con qualche tocco d’azzurro per le pareti, continui sono i rimandi al mare, dalla nuotatrice disegnata sulle pareti alle isole acustiche, i pannelli fonoassorbenti sospesi che, galleggiando nello spazio, evocano delle isole sparse nel mare. 



E il primo approdo è un’isola centrale, il grande bancone dove Federica Ferrante prepara in diretta il sushi o dove ci si può fermare per un aperitivo o per un break pomeridiano con estratti e frullati con latte vegetale, originali e gustosi.
 Nella cucina a vista si preparano i piatti che del mare hanno i sapori e i colori: la cucina di Settemari è, infatti, fortemente legata alla tradizione mediterranea, improntata sul rispetto della materia prima da esaltare con delicatezza e sapienza, con sapori netti e cotture leggere. Il pesce  arriva giornalmente  dalle aste di Fiumicino, Terracina e Anzio.

A pranzo una carta snella, comprensiva di sushi in versione tricolore e con la possibilità di optare per un menu business lunch, veloce e gustoso. La sera l’offerta è più ampia, a partire dal menu degustazione di sette portate, Settemari. Un percorso per entrare sulla stessa lunghezza d’onda della chef; ecco alcuni dei piatti proposti:

Mazzancolle, verdure in agrodolce, erbe amare e maionese di gamberi


 Seppie, carciofi, patate viola e mentuccia

 
 Mezzemaniche al ristretto di zuppa e briciole agliate


Orecchiette, vongole, cozze, broccoli e peperoncino


 Ricciola ricoperta con pan brioche alle bucce di agrumi e caponata siciliana



 Pastierina napoletana
Disponibile anche un estratto più breve, di quattro portate, il Piccolo mare. Non mancheranno dei daily dish, secondo la stagionalità degli ingredienti, fermo restando la possibilità di ordinare alla carta. 


Settemari, via Giuseppe Avezzana 19-21 Roma. Tel. 0632111583. 
Aperto tutti i giorni dalle ore 12.30 alle 24. Chiuso domenica sera e lunedì a pranzo. 

venerdì 25 novembre 2016

MERANO AWARD SELECTION ROMA



Arriva all'Acquario Roma, il 27 e il 28 novembre, il Merano Award Selection Roma, l'evento per eccellenza dedicato al mondo del vino  con oltre 50 aziende presenti da tutta Italia.
Dall’Alto Adige – Südtirol con la cantina Castelfederal al Friuli Venezia Giulia con Kurtin Wine, Tenute di Genagricola e Villa Russiz, dalla Lombardia con Perla del Garda e Cantina Ricchi al Piemonte con Produttori di Govone e Negro Angelo, dal Veneto con Biosio Family Estates e Bertani Domains, all’Emilia Romagna con Pupa e Chieto Carli, dalla Toscana con Carpineto, Castello di Potentino, la Montanina e Michele Satta, all’Umbria con Broccatelli Galli e Poggio Cavallo, dall’Abruzzo con Codice Citra, Fattoria La Valentina e Zaccagnini, alla Campania con San Salvatore e Cantine San Marzano fino alla Puglia con Varvaglione Vigne & Vini, Due Palme e Conti Zecca, dalla Liguria con Cantinae Lunae alla Sardegna con Pala, il Merano Award Selection si prepara ad essere il punto di riferimento dell’enogastronomia romana e di tutta l’Italia.
Il Merano Wine Award è un riconoscimento che viene attribuito ai vini che raggiungono un punteggio minimo di 88/100 quale marchio di alta qualità certificata in modo indipendente. Tutte le aziende che hanno ottenuto il bollino ROSSO (88 – 88,99 punti), GOLD (90 – 94,99 punti), PLATINUM (95+ punti) saranno le indiscusse protagoniste dell’edizione romana, dove presenteranno i vini premiati e due etichette a loro scelta di particolare pregio.  

Il programma si arricchisce di anno in anno di eventi collaterali: premi culinari, cooking show, anteprime cinematografiche, un forum di approfondimento sul mercato del vino dedicato ai professionisti del settore. 

Non solo vino, la due giorni romana vedrà la presenza di chef stellati dall’Alto Adige alla Campania che durante i cooking show realizzeranno piatti tradizionali dei loro territori.
Tra gli chef stellati spiccano i nomi di Theodor Falser del ristorante Johannesstube, di Rosanna Marziale del ristorante Le Colonne di Caserta e di Alfonso Caputo della Taverna del Capitano di Massa Lubrense.
Sarà Marco Rossetti, del blog La Gola e il cucchiaio, a condurre il cooking show dell'Università della Cucina Mediterranea di Sorrento.
Spazio anche al "Panettone creativo”, una sfida tra cinque forni romani, Pane e Tempesta, I Santi Sebastiano e Valentini, Le Gruè, Nero Vaniglia e Bonci, e i loro panettoni gourmet abbinati a cinque vini selezionati THE WINE HUNTHER. A condurre sarà Letizia Grella, cake designer di fama internazionale.
La cooking station KitchenAid vedrà poi la partecipazione di Simone Strano, chef executive del ristorante Senses di Palazzo Montemartini, dello Chef Andrea Golino che presenterà il suo nuovo libro e della Sushi Chef Agustina Clara Mazzetti del ristorante Mahalo - South Pacific Fine Food. Non mancheranno poi i talk.
Ad aprire la due giorni dedicata al vino saranno Helmut Köcker con Franco Ricci della Federazione Italiana Sommelier. Seguirà poi l'intervento di Acqua Filette con Alessandro Scorsone Sommelier AIS.


Merano Award Selection Roma 


27 – 28 novembre 2016 

Acquario Romano Piazza Manfredo Fanti, 47 – 00185 Roma