giovedì 21 febbraio 2013

Pasticcini di pasta di mandorle

Questi dolcetti non hanno certo bisogno di presentazione, sono i pasticcini di pasta di mandorle tipici della tradizione  siciliana. Un cuore morbido, che si scioglie in bocca, racchiuso da un guscio leggermente consistente. La ricetta è di Leonardo Di Carlo, io ho aggiunto le decorazioni di frutta. Non è di difficile esecuzione è necessario però il riposo per far asciugare i dolci che così manterranno la forma in cottura; nella ricetta il tempo di asciugatura è di tre ore, secondo me è meglio aumentarlo.

Ingredienti
225 g  di mandorle pelate
25  g di armelline (mandorle amare)
1,5 g di sale fino
250 g di zucchero semolato
50  g di arancia candita
2,5 g di buccia di limone grattugiata fine
2    g di bicarbonato di sodio
75  g di albume liquido

zucchero a velo per lavorare l'impasto

per decorare
nocciole, mandorle, frutta candita

procedimento
Passare al cutter  tutti gli ingredienti tranne l'albume (passarne un pò per volta e fare attenzione ad usarlo a intermittenza affinchè dalle mandorle non  fuoriesca l'olio)
Unire l'albume e impastare, deve risultare un impasto sodo e poco appiccicoso.
Lavorare sulla tavola con lo zucchero a velo, formare dei salami e ricavare delle sfere.
Metterle sulla teglia rivestita di carta da forno, decorarle con la frutta secca e candita e farle asciugare per almeno tre ore prima della cottura. Spolverizzare con zucchero a velo. Cuocere in forno ventilato a 180°-190° per 6-8 minuti.
Devono solo dorare. Aspettare che si raffreddino prima di toglierli dalle teglie.
Sono più buoni il giorno successivo e si mantengono a lungo se chiusi in una scatola.





52 commenti:

  1. Ciao cadè, buongiorno!!! CHe meraviglia, beh sì, io sono di parte, essendo siciliana, ma sono deliziosi. La ciliegina è quel tocco di colore che a me piace tanto vedere. Per il resto, quanto al tempo di riposo, io ho imparato a far riposare gli impasti almeno per due/tre ore anche se nella ricetta non è indicato alcun riposo e cmq, secondo me, più riposano, meglio è. Magari sbaglio, non so!!dai ti lascio e ne prendo un paio! gnam gnam :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il riposo è fondamentale per certi impasti. Per questo tipo di dolce non se ne può prescindere e secondo me si possono preparare la sera tardi e infornare la mattina presto.
      P.s. i dolci siciliani sono favolosi!

      Elimina
  2. Carissima! Questi li faccio oggi stesso! Ne ho bisogno! Sono stupendi, stella.. da pasticceria! Un abbraccio e felice giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, sai la frutta secca fa bene,quindi... dobbiamo mangiarli,no?

      Elimina
  3. Non sono una gran golosa ma davanti alla pasta di mandorle crollano tutte le mie resistenze! Potrei farmi del male con questi pasticcini. Sino bellissimi, sembrano usciti dal forno di una pasticceria. Mi segno la ricetta. Baci, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici, finiscono in un attimo! Bacioni

      Elimina
  4. Che belli cara ti sono venuti a dir poco perfetti.Chissa' che gusto. Bravissima.Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica,sono buoni ma con Di Carlo è difficile che un dolce non lo sia!

      Elimina
  5. Embè.. come dici tu.. non hanno bisogno di presentazione.. sono buonissimi!!!! e che belle foto.. baci :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia, un bacione anche a te

      Elimina
  6. Mio marito mi chiede questi biscotti da una vita ma non avendo al ricetta non li avevo mai provati ed eccomi accontentata!!Sono davvero splendidi!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Carlo è una garanzia! Attenzione, impasto un pò sodo e riposo! Un bacio

      Elimina
  7. Che belli, devono essere buonissimi, ti sono venuti perfetti! Grazie per la ricetta e le spiegazioni e complimenti! Li farò presto ;) Un bacione, buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un piacere condividere le ricette! Un bacio

      Elimina
  8. Ciao Cadè, questi biscottini mi capita di comprarli quando vado ad Altamura..lì c'è una panetteria che li prepara divinamente..i tuoi sembrano perfetti ! Un abbraccio e buona giornata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora biscottini e il loro splendido pane di grano duro! Buona serata cara!

      Elimina
  9. Ma che buoni! Te ne è avanzato uno per caso? :D Baci :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo offro volentieri, virtualmente purtroppo! Baci

      Elimina
  10. Grazie della tua visita al castello!!! Chi ti ha parlato bene di me che lo vado a basciare? Quante belle cose hai... ho visto più sotto i macarons salati, un colpo di genio che presto ti scipperò! Un bascio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un piacere e tornerò! Per esempio Luca e Monica hanno parlato di te!Un bacione

      Elimina
  11. Cade' sono cosi' perfetti!!!! pensa che me li ha portati mia suocera che e' stata in Sicilia e sono di una bonta' unica!!!! devo salvarmi la tua ricetta!!!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, i dolci siciliani sono favolosi! Baci

      Elimina
  12. Ciao carissima, questi pasticcini sono favolosi, adoro la pasta di mandorle!!!
    Grazie per la ricetta, li farò sicuramente!!!!
    Bacioni, a presto :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Ely. Fammi sapere. Un bacio

      Elimina
  13. mmmm...davvero buonissimi...proprio come il tuo blog... :P adoro la pasta di mandorle...io poco tempo fa ho fatto questi ed erano divini!
    http://www.dolcementeinventando.com/2013/02/petits-fours-di-mandorle-al-profumo-di.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vado subito a dare una sbirciatina! Un bacione

      Elimina
  14. Oh mamma che visione!!!!!!!!!!!! Prendo la ricetta, adoro la pasta di mandorle!!!! Complimenti tanti tanti tanti!!!!!

    RispondiElimina
  15. E' una vita che non li faccio ! Eppure son tra i miei preferiti !

    RispondiElimina
  16. Mi hai fatto venire voglia di provarli. Sono meravigliosi!!!! Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Giovanna. Buona serata

      Elimina
  17. Ciao, ho trovato il tuo blog navigando, lo trovo bellissimo e tu sei bravissima, mi sono unita con molto piacere ai tuo lettori così non ti perdo di vista!A presto Dile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Dile e piacere di conoscerti. Candida

      Elimina
  18. io questi li adoro ma proprio nn li ho mai preparati..nn so ma mi sono sempre lasciata intimidire....ma grazie a te scopro che forse forse nn è cosi difficile farli!!!!
    GRAZIE
    al prossimo post Nahomi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è difficile, devi solo avere qualche accortezza, l'impasto un pò sodo e il riposo. al prossimo!

      Elimina
  19. Questi sono i pasticcini che preparo piu' spesso ma la ricetta di Leonardo ancora non l'ho provata mi hai dato proprio un'idea! La tua preparazione e' sempre impeccabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara. Tu conosci Leonardo!A presto

      Elimina
  20. La pasta di mandorle mi fa impazzire! Grazie per la ricetta... Ne mangerei un vassoio :-)

    RispondiElimina
  21. Ma come sono invitanti, quanto mi piacciono!!!!

    RispondiElimina
  22. Cadè, complimenti sembrano comprati nella migliore pasticceria siciliana, bravissima!!!

    RispondiElimina
  23. buonissimi sono i miei pasticcini preferiti con il tè...complimenti

    RispondiElimina
  24. Che splendore!!! Sembrano comprati in pasticceria e di certo sono di gran lunga più buoni e super freschi, brava!!!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  25. urca urca sono fantasmagoriche!!!! e te lo dice la moglie di un siciliano.... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono ancora più contenta dell'apprezzamento!!!

      Elimina
  26. Sfogliando, sono incappata in questi spelndori! Salvo la ricetta! Sono gluten free e mi ispirano tantissimissimo! Sei troppo brava, davvero! Ti abbraccio forte!
    Ema

    RispondiElimina
  27. buonissimi..in Sicilia ne ho mangiati un sacco..ti son venuti benissimo..davvero complimenti..

    RispondiElimina